Lezioni imparate ieri sera al Quentin:

– Mai più suonare quarti su una scaletta di quattro. Soprattutto se i soundcheck dei gruppi che ti precedono durano troppo, e la "serata" vera e propria inizia alle undici passate. Il risultato è che sali sul palco alla una e rotti dopo ore di birre, sigarette e cazzeggio, e può capitarti di essere troppo sbronzo o di non avere voglia di suonare. Ieri sera è capitato un misto di queste cose, non è affatto stato uno dei nostri migliori concerti, ci dispiace e ci scusiamo.

– Mai più "lasciare correre" sull’organizzazione delle serate in termini di cachet e accordi con organizzatori e gestori. Alla fine della serata si è creato un discreto equivoco (per usare un eufemismo) sull’entità del cachet nostro e dei Minnie’s, e il clima in cui ce ne siamo andati era tutt’altro che rilassato.

– Cambiare corde o plettri. Ieri sera ne ho rotte due dopo cinque-sei pezzi.

Detto questo, ringrazio il pubblico che ha resistito fino alla fine e i Minnie’s che ci hanno lasciato gli strumenti dopo che ci siamo ritrovati (altro "piccolo disguido" organizzativo) a dovergli chiedere batteria e ampli del basso durante il cambio palco.

Arrivederci a sabato 17, gioca l’Italia e noi suoniamo in riva al Po a Piacenza, con salamelle, braciole e grigliata mista.
Annunci

One thought on “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...